Emergenza Coronavirus: nuova autocertificazione per accedere all’indennità di 600 euro.

In forza dell’articolo 34 del Decreto-Legge 8 aprile 2020 n. 23, tutti i professionisti iscritti a casse private che hanno presentato la domanda per ottenere l’indennità di € 600,00, dovranno integrare l’istanza mediante una nuova autocertificazione nella quale dichiarano di non essere titolari di trattamento pensionistico e di essere iscritti in via esclusiva alla Cassa di previdenza alla quale hanno inoltrato la domanda.

Il termine per l’integrazione deve intendersi quello originariamente previsto per l’invio delle domande, ovvero il 30 aprile p.v., salvo diverse interpretazioni da parte delle singole Casse private, alle quali rimando.

A tal fine, molte Casse private, che erano già pronte per procedere con le erogazioni, si stanno attrezzando mettendo a disposizione degli iscritti un apposito modulo sui propri siti internet.

Questo ulteriore adempimento ovviamente comporterà, purtroppo, un inevitabile ritardo nell’erogazione dell’indennità, anche se non dovrebbe incidere sull’ordine cronologico di evasione delle domande che dovrebbe restare (ma il condizionale è d’obbligo) quello dell’originaria presentazione.

10 aprile 2020

Avv. Stefano Franchi

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi