Emergenza Coronavirus: riapertura Studio legale e ripresa attività giurisdizionali.

La presente per informare che abbiamo finalmente riaperto lo Studio legale al pubblico, seppur con le dovute cautele e con le precauzioni necessarie al contenimento del contagio da Coronavirus.

Se è pur vero che a noi professionisti non era stato precluso di lavorare e di tenere aperto l’ufficio seguendo determinati protocolli, tuttavia avevamo deciso di interdire l’accesso alla clientela, anche in considerazione delle enormi e generalizzate restrizioni al diritto di circolazione imposte alla collettività e del lockdown che comunque aveva colpito anche gli uffici giudiziari.

L’accesso allo studio sarà consentito ad una persona alla volta, previa fissazione di un appuntamento (ai recapiti telefonici o e-mail), e sarà condizionato all’utilizzo di guanti e mascherina e al rigoroso rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro.

All’esterno troverete anche indicazioni sull’entrata dedicata all’accesso del pubblico.

Segnalo inoltre che ieri è terminato il periodo di sospensione dei termini processuali della giustizia civile, penale, amministrativa e contabile, disposto dapprima sino al 15 aprile e poi prorogato sino al 11 maggio u.s..

Contestualmente l’attività giurisdizionale sta lentamente tornando a funzionare nonostante le difficoltà: anche se la maggior parte delle udienze è stata (o sarà) rinviata all’estate, i Tribunali e gli Uffici dei Giudici di Pace stanno gradatamente riprendendo la loro attività, ciascuno a suo modo poiché le disposizione governative hanno lasciato ampia facoltà ai Presidenti dei Tribunali, delle Corti d’Appello, dei TAR e delle Commissioni Tributarie di primo e di secondo grado di decidere come organizzare la “ripresa” all’interno degli uffici che dirigono.

In queste ore stiamo pertanto esaminando svariati provvedimenti emessi dal Presidente del Tribunale di Ravenna e protocolli siglati anche dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Ravenna, tesi a consentirci di interagire con gli uffici giudiziari e di garantire nuovamente la tutela giurisdizionale dei diritti.

Invito pertanto tutti coloro che avevano in sospeso delle attività legali, o che intendevano avviarne, a contattarmi per fissare un appuntamento in cui valutare insieme la situazione, poiché le anzidette linee guida prevedono misure differenziate a seconda del tipo di attività giurisdizionale.

Ricordo, infine, a chi ancora non potesse o volesse accedere allo Studio, che sono disponibile ad incontri “virtuali” in videoconferenza (è sufficiente avere un account gratuito Skype o al limite anche Whatsapp).

12 maggio 2020

Avv. Stefano Franchi

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi